Echinoderma jacobi (Vellinga & Knudsen) Gminder 2003

Note: tra le poche specie congeneri, Echinoderma jacobi si fa riconoscere per le ridotte dimensioni, le squame del cappello piuttosto scure, bruno-nerastre, ben contrastate dal colore di fondo pallido, per l’assenza del caratteristico odore di L. cristata, comune in molte Lepiotaceae, e per l’assenza di cheilocistidi.

Echinoderma echinaceum ed Echinoderma pseudoasperulum sono anch’essi privi di cheilocistidi, ma con odore più o meno forte di  L. cristata e con squame cromaticamente meno contrastate dal colore di fondo.

 

LUNEDì 18 SETTEMBRE - Conviviale in sede

 

LUNEDì 25 SETTEMBRE: Commento e spiegazione dei funghi portati dai soci

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.