foto: S. Aiana (COMMESTIBILE)
foto: S. Aiana (COMMESTIBILE)

Suillus granulatus (Linneo : Fries) O.Kuntze 1898


cappello: 4-12 cm, prima emisferico, poi convesso, appianato, pulvinato; margine regolare, inizialmente leggermente involuto; cuticola vischiosa se umida, sericea se secca, debordante, completamente asportabile, di colore bruno-rossastro, bruno-giallastro.

tubuli: corti, adnati, biancastri, giallastri; pori piccoli, crema, poi giallo, giallo oliva, inizialmente essudanti goccioline lattigginose.

gambo: 4-10 x 1-2 cm, cilindrico, pieno, all’inizio di colore giallo pallido, poi più scuro, apice ricoperto di goccioline simili a quelle dei pori che essiccando tendono a formare granulazioni rugginose.

carne: spessa, tenera, poi molle, biancastra giallognola, odore fruttato, sapore dolce.

spore: in massa bruno-ocra, fusiformi, 8-10 x 3-5 µm.

habitat: in boschi e parchi, esclusivamente con presenza di pini a due aghi; estate, autunno.

Osservazioni: questa specie é facilmente separabile dagli altri “boleti” che crescono nel Parco perché presenta sempre un cappello vischioso, specie se umido, e inoltre nei suoi luoghi di crescita sono sempre presenti pini a due aghi; il S.granulatus é infatti un simbionte esclusivo di queste conifere.Il genere Suillus comprende altre numerose specie,non presenti nel Parco,tutte viscide e tutte crescenti esclusivamente sotto pini o larici. Questa specie è commestibile ed è conosciuta col nome popolare di “pinarolo”.


Copyright Gruppo Micologico Vittadini Monza

 

 Lunedì 16 ottobre spiegazione dal vero dei funghi portati in sede.

 

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.