foto: S. Aiana (COMMESTIBILE)
foto: S. Aiana (COMMESTIBILE)

Leccinum carpini(Schulzer) Moser ex Reid 1965


Sinonimo: Leccinum griseum (Quélet) Singer

cappello: 3-15 cm, inizialmente emisferico, poi campanulato, convesso, appianato, pulvinato, margine prima aderente al gambo, spesso poi mai completamente disteso, regolare, arrotondato; cuticola da rugosa a gibbosa, inizialmente un pò pruinosa poi glabra, viscida se umida, a volte screpolata col tempo secco, di colore anche non uniforme, bruno, bruno ocra, bruno grigiastro, a volte con tonalità giallo olivastre.

tubuli: fini, molto lunghi, arrotondati al gambo, inizialmente biancastri, crema giallastri, poi grigiastri; pori piccoli, tondi, concolori ai tubuli.

gambo: 5-15x1-3 cm, inizialmente tozzo, poi slanciato, lungo, cilindrico con base un po’ ingrossata, pieno, di colore bianco grigiastro ± scuro, coperto da fini squamettature brune o nerastre.

carne: soda poi molle nel cappello, fibrosa nel gambo, biancastra, al taglio virante inizialmente al grigiastro rosato infine da grigio violetto a nerastro, odore debole, sapore dolciastro.

spore: brune in massa, fusiformi con guttule interne, 14-20 x 5-7 µm.

habitat: in boschi di latifoglie con carpini, noccioli, querce; estate, autunno.

Osservazioni: il L.carpini é un fungo abbastanza comune, cresce in simbiosi con alcune latifoglie ed in particolare con il carpino che è presente in molte zone del Parco e della Villa Reale. Questa specie fa parte della numerosa famiglia dei Boleti; si differenzia però dai veri boleti perché si presenta sempre slanciato, con un gambo lungo, fibroso, grigiastro e ricoperto da squamette bruno nerastre, per questo suo aspetto é conosciuto col nome popolare di “Porcinello” o “Gamba grigia”; é un fungo commestibile con l’avvertenza però di scartare il gambo perché fibroso


Copyright Gruppo Micologico Vittadini Monza

 

 

 Lunedì 16 ottobre spiegazione dal vero dei funghi portati in sede.

 

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.