Agaricus sylvicola (Vittad.) Peck 1872

Note: tra gli Agaricus di taglia media e grande con odore di anice e ingiallenti al tocco, vale a dire tra le specie della sezione Arvenses, Agaricus sylvicola si fa riconoscere per il portamento slanciato, per il cappello biancastro quasi sempre con leggero umbone prominente tendente a colorarsi di giallo paglierino con la crescita, il gambo con base bulbosa, bianco ma rosa-grigiognolo all’apice, con anello sottile quasi sempre lacerato, e per la crescita nei boschi, sia di latifoglie che di conifere. Agaricus tenuivolvatus è di taglia più grande, di portamento più robusto, più massiccio, con il gambo spesso fino a 3 cm, il cappello fortemente ingiallente con fiocchi bianchi verso il margine, le spore più arrotondate-ovoidali e presenta cheilocistidi con apice papillato a forma di bottiglia frammisti a cheilocistidi vescicolosi.

 

LUNEDì 18 SETTEMBRE - Conviviale in sede

 

LUNEDì 25 SETTEMBRE: Commento e spiegazione dei funghi portati dai soci

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.