Agaricus sylvaticus Schaeff. 1774

Note: Agaricus sylvaticus è il principale rappresentante della sezione Sanguinolenti, e, tra le specie in essa ascritte, si fa riconoscere, oltre che per l’arrossamento al taglio e la crescita nei boschi, per il cappello bruno, bruno-fulvo, bruno-ocra, talvolta con fiocchi bianchi verso il margine, per il gambo con base bulbosa, la carne praticamente inodore o con odore banale (non di L. cristata) e per le spore molto piccole. Esso è piuttosto variabile, infatti in letteratura esistono diverse varietà differenziate per portamento e colorazione pileica.

Agaricus impudicus è distinto principalmente per l’odore di Lepiota cristata, spesso con cordoni miceliari alla base del gambo. Agaricus langei ha il gambo cilindrico senza base bulbosa, praticamente liscio, raramente fioccoso, e spore più lunghe di 7 µm.

 Lunedì 16 ottobre spiegazione dal vero dei funghi portati in sede.

 

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.