Agaricus bresadolanus Bohus 1969

Note: Agaricus bresadolanus (= A. romagnesii) si fa riconoscere per il cappello bruno-nocciola-grigiastro, squamoso-fibrilloso, leggermente depresso, per il gambo con la base ingrossata e appuntita sempre munita di cordoni miceliari, spesso con residui di velo bruni attorno al bulbo, la carne bianca pressoché immutabile, superfici non ingiallenti e odore praticamente nullo, e per la reazione di Schäffer negativa (RS-).

Agaricus litoralis (= A. spissicaulis) è simile ma con il cappello più chiaro, bianco-ocra paglierino, bruno-fulvo pallido, soffuso di grigio carnicino, leggermente ingiallente per sfregamento, il gambo piuttosto robusto, fusiforme, cilindrico-ventricoso, con piccola radichetta miceliare alla base, talora non evidente, e cresce perlopiù nei prati presso i litorali.

 

LUNEDì 18 SETTEMBRE - Conviviale in sede

 

LUNEDì 25 SETTEMBRE: Commento e spiegazione dei funghi portati dai soci

-30/04 Aggiornato l'elenco delle cariche sociali


  1. Coniophora puteana.

I funghi ci vengono a trovare in casa.

Centro studi del Gruppo "C. Vittadini" Monza - Cascina Bastia.